Semi di canapa sativa: un integratore naturale adatto a tutti

Semi di canapa sativa: un integratore naturale adatto a tutti

I semi di canapa sativa sono un alimento completo, ottimo integratore per coloro che seguono un regime alimentare vegetariano, vegano o crudista.
I semi di canapa edibili si trovano all’interno dei frutti della pianta di Cannabis Sativa, gli acheni, in particolare della varietà nana, e vengono utilizzati per numerosi scopi: da questi semi, infatti, viene estratto l’olio di canapa, ma anche la farina.

Il consumo alimentare della canapa e dei suoi derivati non è una novità: infatti, vengono consumati da migliaia di anni e, non a caso, agli inizi del ‘900, l’Italia era la seconda nazione al mondo nella produzione di canapa alimentare e industriale, seconda solo alla Russia.

I semi di sativa sono estremamente benefici, consigliati per prevenire problemi di cuore, artrite, acne, disfunzioni ormonali, insonnia, anemia e crisi di fame, grazie alle tante proprietà che possiedono.
È importante specificare che il consumo regolare di questi semi non comporta alcun effetto psicotropo sulla mente umana: d’altronde, la pianta di canapa sativa non possiede sostanze psicoattive, a differenza della Cannabis Indica.
Ma adesso, vediamo insieme tutte le proprietà e gli usi dei semi di sativa.

Semi di canapa: proprietà e caratteristiche

Nei semi di canapa, le proprietà sono innumerevoli: gli acidi e i sali minerali contenuti permettono infatti di prevenire e combattere numerosi disturbi. Per questo motivo, questi semi vengono considerati dei veri e propri integratori alimentari, una medicina naturale la cui assunzione costante può contrastare arteriosclerosi, disturbi cardiovascolari, colesterolo alto, ma anche malattie del sistema respiratorio, oltre a rinforzare il sistema nervoso.
Inoltre, non è da sottovalutare la grande quantità di proteine vegetali, contenenti tutti gli aminoacidi essenziali, oltre agli acidi grassi come Omega 3 e 6. Un cucchiaino di semi basta per coprire il fabbisogno giornaliero di queste sostanze. Tra l’altro, i semi di sativa e i derivati sono caratterizzati dall’ingente quantità di acido linoleico contenuto, che contribuisce all’equilibrio ormonale e importante per quanto riguarda l’azione antitrombica e antitumorale.

Questi semi sono anche una buona fonte di sali minerali come calcio, magnesio, zolfo, rame, potassio, fosforo, ma anche di vitamine del gruppo B, indispensabili per il metabolismo, vitamina D e vitamina E, dagli importanti effetti antiossidanti.

Semi di canapa: i benefici innumerevoli

Come abbiamo visto, i semi di canapa sono benefici per la salute del corpo umano e contribuiscono al corretto funzionamento dell’organismo, soprattutto per quanto riguarda il colesterolo, la pressione arteriosa, il sistema immunitario e gli squilibri ormonali. Inoltre, sono un ottimo integratore per coloro che seguono una dieta vegana o vegetariana, proprio grazie alla sostanziosa quantità di proteine che li contraddistingue e li rende un alimento completo rispetto ad altre proteine vegetali.
Sono anche diffusi come integratore tra gli gli atleti e i bodybuilder, poiché si tratta di proteine nobili di sussidio per la costruzione della massa muscolare, oltre ad avere un notevole effetto antinfiammatorio, utile per favorire il recupero articolare e muscolare post-esercizio fisico.

I semi e i derivati della canapa, come l’olio di canapa o la farina di canapa, negli ultimi anni sono particolarmente sfruttati dall’industria cosmetica. Infatti, le sostanze benefiche di cui sono ricchi aiutano a mantenere la pelle idratata ed elastica, contrastando acne e macchie, oltre a rafforzare unghie e capelli.

Olio di semi di canapa sativa: l’olio d’oro verde

L’olio di semi di canapa sativa si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi di Cannabis Sativa e vanta numerose proprietà. Essendo un derivato dei semi, infatti, ne eredita molte caratteristiche benefiche molto importanti per la salute del corpo umano. Si tratta di un vero e proprio elisir, un mix di vitamine, sali minerali e aminoacidi, in grado di regolare il colesterolo e di contrastare eventuali infezioni grazie al suo potere antinfiammatorio.
L’olio si presenta con un colore verde scuro, dal delicato aroma di nocciola, e non è ancora molto utilizzato nella cucina mediterranea, anche se in Russia e in India lo si usa già da molti decenni. Tendenzialmente, in cucina può essere sempre utilizzato per insaporire: l’unica cosa importante da tenere a mente è che deve essere consumato a crudo, in modo da non alterarne le proprietà. Due o tre cucchiaini al giorno sono la dose consigliata per godere di tutti i benefici dell’olio di canapa, particolarmente indicato per i soggetti più cagionevoli, come bambini o persone anziane.

Semi di canapa decorticati o integrali: quali scegliere?

Nei negozi, è facile trovare i semi di canapa decorticati, ossia precedentemente sgusciati. Eppure, per godere appieno delle proprietà della canapa, sarebbe meglio consumarli integrali, ovvero ancora con la scorza. Il guscio, dal caratteristico colore grigiastro, protegge il seme, i cui principi attivi sono davvero delicati, in quanto gli acidi grassi polinsaturi sono sensibili alla luce solare e alle alte temperature (motivo per cui è importante consumare i semi e l’olio di canapa a crudo).
Inoltre, nel guscio sono presenti la maggior parte delle fibre, dalla caratteristica proprietà antitumorale, motivo per cui si perderebbe buona parte dei benefici della canapa.
Ma come si mangiano i semi decorticati o integrali? In realtà, allo stesso modo: basta aggiungerli a insalate, zuppe, allo yogurt o al muesli, ma anche macinati nei frullati. Eventualmente, se i semi non fossero di tuo gradimento, potrai acquistare la farina di canapa, che non è altro che una macinatura molto fine dei semi. Anche in questo caso, però, valgono le raccomandazioni fatte per i semi decorticati: rompendo il guscio, infatti, le proprietà si riducono, essendo gli acidi fotosensibili.
Sia per quanto riguarda i semi decorticati che per la farina di canapa, è importante dunque consumarli il prima possibile, conservandoli possibilmente in frigo.

Semi di canapa: ricette sane e nutrienti

Con i semi di canapa le ricette sono numerose, e alcune sono anche molto interessanti. In quelle presentate di seguito, potrai utilizzare sia i semi decorticati che quelli integrali, a tua discrezione e piacimento.
La prima proposta interessante è sicuramente il latte di canapa, un latte vegetale particolarmente nutriente e facilissimo da fare in casa. L’unica accortezza è quella di tenere i semi in acqua per una notte, in modo da ammorbidirli, normalmente 250 grammi per un litro e mezzo d’acqua. Fatto ciò, basterà frullare il composto e filtrarlo con uno straccio pulito in lino o in canapa. Otterrai così un latte nutriente e dolciastro, ottimo dunque per le diete, poiché permetterà di evitare l’aggiunta di zuccheri, optando invece per spezie e cacao per aromatizzare.

Altra ricetta interessante è una versione rivisitata del pesto, che vede protagonisti proprio i semi di sativa. Per il tuo pesto alternativo, basteranno foglie e gambi di sedano, semi di canapa, aglio, succo di limone, olio di canapa e sale.
Semplicemente, dovrai frullare tutti gli ingredienti, aggiungendo un po’ d’olio nel caso in cui dovesse risultare troppo denso, ed ecco pronto un ottimo pesto per condire i primi, accompagnare la carne o da spalmare su pane e bruschette.

Queste sono solo un paio delle tante possibili ricette da realizzare con questi semi portentosi. L’unica cosa da tenere a mente, però, è che sono ipercalorici e un solo cucchiaio può aggiungere oltre 100 kcal alla pietanza, motivo per cui è consigliabile non aggiungere altre componenti grasse al piatto.

Semi di canapa sativa: valori nutrizionali

Semi di canapa: valori nutrizionali per 100g
Kcalorie 553 kcal
Acqua 4,96 gr
Proteine 31,56 gr
Grassi 48,75 gr
Carboidrati 8,67 gr
Zuccheri 1,5 gr
Fibra 4 gr Vitamina C 0,5 mgr
Tiamina 1,275 mgr
Riboflavina 0,285 mgr
Niacina 9,2 mgr
Vitamina B6 0,6 mgr
Vitamina E 0,80 mg
Zinco 9,90 mg
Calcio 70 mgr
Fosforo 1650 mgr
Magnesio 700 mgr
Sodio 5 mgr
Potassio 1200 mgr
Ferro 7,95 mgr
Indice glicemico 35
(fonte USDA)

Basta dare un’occhiata ai valori nutrizionali dei semi di canapa per rendersi conto immediatamente dei benefici.
Le vitamine del gruppo B, di presenza elevata, sono necessarie al corretto funzionamento dell’organismo, perché aiutano nei processi metabolici. La vitamina E, invece, è un importante antiossidante e agisce contro i radicali liberi. Il calcio serve a preservare il benessere delle ossa e sono importanti anche le quantità di ferro, fosforo, potassio e magnesio.
Il risultato è dunque un alimento completo, dalle proprietà antiossidanti importanti, utile per la prevenzione di disturbi cardiovascolari, stitichezza, acne, e ricchi di proteine, importanti per la dieta.
Insomma, come farne a meno?

Recommend
Share
Tagged in